Diacs Italia

(Italiano) Formazione e ottimizzazione delle strategie manutentive

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

L’approccio classico alla manutenzione industriale ha portato per molti anni ad un incremento significativo dei costi di manutenzione, non sempre permettendo di prevenire guasti rilevanti.

DIACS propone un approccio più moderno alla manutenzione e propone seminari e corsi sull’ottimizzazione delle strategie manutentive del vs. stabillimento.

L’efficacia dei nostri training sta nella vocazione a combinare i concetti teorici con gli esempi pratici, anche per la possibilità di personalizzare i nostri programmi di formazione sulle esigenze specifiche della vostra organizzazione e dei vostri gruppi di lavoro.

Tutti i training vengono svolti  secondo un calendario prestabilito presso il vostro stabilimento.

Alcuni esempi di training offerti da DIACS:

  • Tecniche di diagnostica e analisi non distruttive su macchine elettriche rotanti e statiche;
  • Ottimizzazione della manutenzione industriale;
  • La manutenzione finalizzata al risparmio energetico;
  • Training personalizzati.

Nell’ambito del programma di Ottimizzazione delle politiche manutentive, il personale DIACS, in collaborazione con i vostri esperti di manutenzione, potrà supportarvi nella revisione del piano di manutenzione secondo precise linee guida:

  • Analisi di criticità delle macchine;
  • Identificazione delle macchine da includere nel piano di manutenzione predittiva;
  • Revisione del piano di manutenzione predittiva in funzione della criticità;
  • Verifica dell’efficacia e della fattibilità di ciascuna attività contenuta nel piano di manutenzione;
  • Ottimizzazione delle attività presenti all’interno del piano in termini di periodicità di esecuzione, tempistiche e procedure operative;
  • Stesura di procedure operative di manutenzione per le attività più complesse.

 

Docenti:

Ing. Igor Yaroshenko

Più di 30 anni di esperienza lavorativa nel settore  della diagnostica. Ha conseguito la laurea in Ingegneria elettrica presso l’Università di Stato (South-Russian State Technical University, Novocherkassk, Russia) nel 1987.

Dal 1987 al 1999 ha lavorato presso la centrale nucleare di Balakovo (Rosenergoatom) come responsabile della manutenzione. Ha maturato l’esperienza significativa nella manutenzione preventiva come capo del laboratorio delle prove ad alta tensione.  Dal 1999 e fino ad oggi collabora con la DIACS, dal 2009 svolge le mansioni del direttore tecnico della DIACS e responsabile tecnico degli interventi internazionali.

Titolare dei diversi brevetti, autore di 30 lavori pubblicati. Docente dell’Università statale. Nel 2015 ha conseguito il dottorato d ricerca in diagnostica delle macchine a rotazione ad alta tensione.

Possiede il certificato per l’esecuzione di lavori di diagnostica rilasciato dalla Commissione Nazionale di Regolamentazione della Russia. Ha passato l’esame di valutazione in materia di sicurezza per l’esecuzione di lavori sulle centrali elettriche e sugli impianti industriali con apparecchiature ad alta tensione.

Ha l’esperienza di lavoro in Polonia (centrali elettriche), a Cuba (Compagnia Energetica Nazionale), in Italia (Eni) nelle raffinerie di Sannazzaro, Livorno, Venezia ecc.

 

Prof. Yuri Aksenov

Piu di 45 anni di esperienza lavorativa nel settore della diagnostica. Si è laureato presso l’Istituto di Fisica Nucleare a Novosibirsk, Russia nel 1966, con la specializzazione in tecniche ad alta tensione e fisica delle scariche nella plasma; ha conseguito il Ph.D. nel 1978, D.Sc. (Doctor of Science) nel 2000.

La sua esperienza lavorativa comprendeva un laboratorio che ha diretto nel 1970 durante lo studio sui cavi superconduttori in collaborazione con Brookhaven National Laboratory di Oakridge, Stati Uniti. Nel 1978 ha iniziato a lavorare nel campo delle misure dielle scariche parziali  presso la sottostazione SF6 220 kV. Ha sviluppato una tecnologia innovativa che consente di individuare in linea, senza richiedere la messa fuori servizio delle macchine elettriche oggetto del test, la presenza di difetti nel sistema di isolamento, identificandone il tipo e la posizione all’interno della macchina. Nel 1989 ha fondato la Diacs Company per la costruzione e la fabbricazione di apparecchiature di diagnostica delle macchine elettriche sotto tensione. Dal 1992 al 1995 come presidente della Diacs International Inc. ha presieduto la partnership con Westinghouse Company.

Membro del gruppo di lavoro sulla preparazione della normativa IEEE Std 1434-2000 “Guida all’utilizzo della prova per la misurazione delle scariche parziali in macchine rotanti” (Titolo originale: “Trial Use Guide to the Measurement of Partial Discharges in Rotating Machinery”). Di conseguenza il metodo DIACS è stato incluso nello standard internazionale “IEEE Std1436”.

Titolare dei diversi brevetti, autore di più di  200 lavori pubblicati e di 3 monografie. Relatore occasionale presso il Dipartimento di Ingegneria Elettrica dell’Universita’ di Pavia. 

 

On-line condition monitoring based on partial discharges for electrical machines (seminario in inglese presso l’ Università di Pavia)

Il relatore ha portato la propria esperienza nell’ambito della società DIACS, che ha sviluppato una tecnologia innovativa che consente di individuare in linea, senza richiedere la messa fuori servizio delle macchine elettriche oggetto del test, la presenza di difetti nel sistema di isolamento, identificandone il tipo e la posizione all’interno della macchina.

 

 

 

 

SHARE through: